×
×
Document
L’esercizio nella popolazione anziana

L’esercizio nella popolazione anziana

Che cos’è l’invecchiamento?

“L’invecchiamento è un processo graduale e continuo di mutazione naturale che inizia nella prima età adulta. Durante i primi anni della mezza età, molte funzioni corporee cominciano un declino graduale.
Non si diventa vecchi o anziani a un’età specifica. Tradizionalmente, l’inizio della vecchiaia è stato associato all’età di 65 anni, ma la motivazione ha base storica, non biologica”.

L’invecchiamento conduce fisiologicamente ad una perdita della massa muscolare e della forza con il rischio di aumento di cadute e di sensazioni di debolezza, tutto ciò unito ad un deterioramento cognitivo.
I miglioramenti degli stili di vita, della tecnologia e della salute hanno portato ad un allungamento della vita media.
Tutto ciò ha portato, inoltre, anche ad un aumento della sedentarietà.

L’assenza dell’attività fisica, infatti, ha effetti negativi non solo nei giovani, ma soprattutto negli anziani.

Nella popolazione anziana è possibile rallentare drasticamente il processo di invecchiamento soprattutto con l’attività fisica e l’adozione di un corretto e sano stile di vita.

La letteratura scientifica dimostra che è possibile non solo trattare, ma anche prevenire l’insorgenza di alcune patologie non solo muscoloscheletriche (es .artrosi) ma anche neurodegenerative (es. demenze), attraverso un programma riabilitativo di prevenzione primaria.

Le linee guida dell’esercizio per gli anziani raccomandano una varietà di modalità di esercizio:

  • Esercizio aerobico
  • Attività ed esercizi di forza
  • Esercizi di flessibilità
  • Esercizi di coordinazione, equilibrio e mobilità

Sarà ovviamente compito del riabilitatore saper scegliere gli esercizi più adatti al paziente, in base alle pregresse patologie e alla condizione fisica generale.

L’esercizio terapeutico è dunque parte fondamentale del bagaglio culturale del Fisioterapista.
Un buon Fisioterapista non si limita solo a trattare manualmente il paziente, ma sarà in grado  anche di saper dosare e somministrare in modo adeguato l’esercizio terapeutico.